VENERDI’  2 GIUGNO 2017  ORE 19.30 – CHIOSTRO SAN DOMENICO – BITONTO  –

CONFRONTO TRA I CANDIDATI A SINDACO DEL COMUNE DI BITONTO

Il percorso comune… nella governance comunale

La R.O.A.D., nel proprio impegno a sostenere con trasparenza ed efficacia un percorso di governance locale virtuoso ed esemplare, affida il seguente contributo, suddiviso in aree prioritarie, ai rappresentanti che intendono candidarsi a svolgere il “servizio di governo” per la crescita della nostra comunità …

PARTECIPAZIONE

Costituzione ed attivazione dei seguenti  Osservatori:  Sociale d’Ambito, per la Legalità, per il Contrasto alla povertà –  potenziamento del portale web informativo ed accessibile sui tre temi;

Rafforzamento delle politiche e delle strategie per la partecipazione dei cittadini, loro rappresentanze, organismi istituzionali nei percorsi di governance e welfare, sia locale che afferente la Città Metropolitana di Bari; attivazione dei Tavolo permanenti di confronto tra i Soggetti Pubblici (Scuole, Servizi sanitari dipartimentali, distrettuali ecc.) e Privati (Associazioni di volontariato e no profit, Soggetti gestori di Servizi accreditati per persone con disabilità).

Rivalutazione del Terzo Settore locale nei percorsi di progettazione partecipata, strutturazione, osservazione e valutazione dei risultati nelle politiche del welfare con il coinvolgimento degli organismi di rappresentanza istituzionale della partecipazione nonché di professionalità autoctone;

INCLUSIONE

Pianificazione strategica locale e metropolitana per il sostegno alle iniziative volte al benessere della persona, l’accessibilità, la mobilità, l’integrazione scolastica, il superamento dell’handicap e delle barriere, anche mediante nuove tecnologie, a favore delle persone con disabilita o in condizione di fragilità motoria;

Sostegno e implementazione di percorsi di inclusione lavorativa di persone con disabilità sottoforma di borse lavoro o altre forme funzionali previste della disciplina di settore, anche in rete con la Azienda Sanitaria Locale;

Armonizzazione delle politiche di contrasto all’emarginazione; implementazione e potenziamento degli sportelli informativi e orientamento dedicati ad utenze svantaggiate (persone con disabilità, persone in cerca di occupazione…); attivazione di uno sportello informativo e di orientamento al lavoro dedicato a persone con disabilità che preveda:

  • l’attività di back office per l’accompagnamento all’esercizio della vastità di diritti esistenti ma ancora poco conosciuti;
  • attività di affiancamento e supporto nelle fasi di individuazione e avviamento al lavoro, avvalendosi di persone già formate in tal senso e favorendo allo stesso tempo la partnership pubblica in esperienze di “borse lavoro” o altre forme previste dalla disciplina contrattualistica.

Sostegno ai percorsi di recupero ed utilizzo di beni confiscati in affidamento alle realtà del Terzo Settore;

Rilancio delle politiche aggregative per i giovani, integrate e coordinate ad azioni di inclusione rivolte a giovani con disabilità;  promozione di iniziative per il rafforzamento del legame intergenerazionale;

 SERVIZI SANITARI E SOCIALI

Sostegno per il potenziamento H12/24 dei servizi-sanitari pubblici di prossimità e dei livelli essenziali di prestazioni nell’ambito del S.S.R., nel Distretto Socio Sanitario del territorio di Bitonto, Mariotto e Palombaio, nel Presidio Territoriale di Assistenza di Via G. Comes, nel Dipartimento Dipendenze Patologiche di via L. Castellucci, nel Dipartimento Salute Mentale – N.P.I.A e Dipartimento di Prevenzione, particolarmente per la corretta presa in carico nei percorsi diagnostici e terapeutici, per la gestione medica nelle emergenze-urgenze, per le cure e trattamenti domiciliari, per l’integrazione ospedale-territorio, per le dimissioni ospedaliere protette e la riabilitazione a favore delle persone in situazione di fragilità, disabilità e/o condizioni di cronicità;

Supporto alle iniziative esemplari, particolarmente rivolte a minori e giovani, per il contrasto ai fenomeni di uso precoce, abuso e dipendenza patologica da sostanze e gioco d’azzardo;

Sostegno per il potenziamento dei servizi socio-assistenziali pubblici locali e del privato di prossimità accreditato con il S.S.R. nelle principali aree di fragilità sociale (disabilità, minori a rischio, anziani) attraverso la pianificazione strategica, la coprogettazione partecipata e finanziamento di programmi di intervento esemplari per la prevenzione del disagio, il superamento dell’handicap, l’assistenza e supporto all’autonomia ed comunicazione;

Promozione e supporto ai programmi per l’autonomia e la “vita indipendente” per le persone con disabilità.